Psicocinesi: confrontando macchine e tazze…

Inviato da:

«Nell’autunno del 1936 Joseph B. Rhine intraprese, presso il Laboratorio di Parapsicologia, un esperimento che prevedeva, come misura di controllo contro gli effetti dell’abilità di lancio, un metodo più avanzato rispetto ai precedenti. JBR sapeva che i critici potevano ancora sostenere che, pur lanciando con una tazza, i soggetti avevano comunque un qualche contatto con i dadi. Era quindi auspicabile riuscire a eliminare anche  quel minimo contatto, meccanizzando l’intero procedimento. Venne quindi costruita una “macchina” grazie alla ...

Leggi tutto →
0